logo    ING. PAOLO BOSCOLO SCIENTIFICA SRL




indagini ambientali

Gas anestetici

Uno degli argomenti più delicati a proposito di sicurezza nelle sale operatorie è il rischio chimico dovuto alla presenza di gas anestetici in aria. Leggi e normative trattano la questione da anni in diverse occasioni (prima fra tutte la circolare n.5 del Ministero della Salute del 14/3/1989). Lo ha fatto l'ISPESL in maniera approfondita nelle Linee guida per la definizione degli standard di sicurezza ed igiene ambientale dei reparti operatori. E lo fanno tutte le strutture sanitarie che hanno scritto una procedura interna di controllo e di qualità. Punto comune è che il controllo ambientale delle condizioni di inquinamento (air pollution) deve avvenire con cadenza semestrale, aumentando eventualmente la periodicità nei casi in cui l'inquinamento è preoccupante e utilizzando apparecchiature automatiche a lettura diretta.


Gas anestetici Gli anestetici per inalazione possono essere gassosi (protossido di azoto) o volatili (alogenati tra i quali citiamo il sevorane e il desfluorano). La loro tossicità è legata alle caratteristiche chimiche degli elementi che li costituiscono. Il danno provocato dipende dai processi di assorbimento, trasformazione e successiva eliminazione.
Dipende anche da una serie di fattori tra cui la durata dell'esposizione e la concentrazione a cui si è esposti.
Si può affermare dunque che non è il paziente a doversi preoccupare, quanto gli operatori sanitari che lo assistono.

I danni provocati dal protossido di azoto, tutt'ora oggetto di studio, sono l'effetto della formazione di radicali liberi e dell'inattivazione della vitamina B12, con conseguenze sulle sinapsi SNC-SNP, sull'apparato riproduttivo e sul sistema emolinfopoietico.
Gli alogenati si comportano come solventi organici di struttura affine: si diffondono facilmente nei tessuti, con lenta eliminazione polmonare ed urinaria e metabolizzazione a livello epatico. Gli organi-bersaglio, in questo caso, sono il fegato, il rene, il cuore e il sistema linfatico.

Riteniamo che sia indispensabile affidare il monitoraggio dell'inquinamento da gas anestetici a realtà professionalmente preparate e di grande esperienza, che garantiscano il massimo impegno nell'attività di controllo ma anche nella scelta e nel mantenimento della strumentazione utilizzata.
Lo Studio garantisce un'assistenza che va ben oltre alla semplice verifica periodica: il monitoraggio viene seguito da competenze tali da poter suggerire e seguire eventuali azioni correttive, con la volontà di raggiungere nel tempo una situazione di equilibrio caratterizzata da sicurezza e consapevolezza. Questo avviene organizzando sessioni di monitoraggio che sono occasione di confronto e di formazione.

I metodi proposti sono diversi e adattati alla particolare situazione: campionamento attivo a breve o lungo periodo, ricerca perdite e controllo del gruppo anestesiologico (leak test), controllo dell'impianto dei gas medicali, valutazione dell'esposizione personale con campionamento diretto o monitoraggio biologico.
Monitoraggi speciali con gas traccianti.
Tante possibilità con l'obiettivo di realizzare, nel tempo, il minor numero di verifiche possibile. Ecco perchè partire con controlli saltuari ed occasionali, anzichè arrivarci, non soddisfa gli obiettivi di tutela della salute degli operatori.



Normativa




CONTATTI
facebok  email



Indagini ambientali
Ingegneria clinica
Tarature
Speciali
Gas anestetici Pacchetto base
Strumentazione da laboratorio
Laboratori PMA
Gas nocivi e pericolosi
Manutenzione Strumenti di misura
Medicina nucleare
Microclima e Benessere Termico
Filtrazione Assoluta HEPA Apparecchiature neonatali
Sterilizzazione
Qualità dell'Aria IAQ
Le Vostre procedure Cappe da laboratorio
Indagini per Biobourden
Indagini Fonometriche Formazione Laboratori per emocomponenti
SBS (Edificio Malato)
Indagini Microbiologiche Verifiche CEI
La sala operatoria
Particellare ISO e GMP

Prevenzione legionellosi
Radon


Campi Elettromagnetici


HACCP


Ricambi aria e Gradienti di pressione


Piscine e Impianti Termali


Appartamenti privati